Una storia a 4 Ruote, domenica 22 maggio a Carpi

Nessuno oggi può capire quali cambiamenti il possesso di un’automobile provocasse nella vita di una persona. Si era liberi di andare ovunque, raggiungendo luoghi dove le gambe non ci avrebbero mai portato; tutto l’orizzonte della vita si allargava.

(Agatha Christie)

 

La Scuderia San Martino ed il Museo dell’Automobile di San Martino in Rio, in occasione del 65° anniversario dalla fondazione di quest’ultimo, desiderano portare in scena il racconto della grandiosa storia dell’automobile dai primi prototipi degli anni ’80 del XIX sec. agli anni ’90 del XX° secolo, con una mostra e una sfilata meravigliosa.

L’evento  si terrà a Carpi in  piazza Martiri DOMENICA 22 MAGGIO dalle ore 18.00 alle ore 24.00

Saranno allestite “isole temporali” in tutta la piazza e ciascuna isola racconterà una decade (gli anni ’10 , i ’20, i ’30 … e così via fino agli anni ’90) attraverso l’esposizione delle automobili più significative di quegli anni e attraverso fotografie e contenuti multimediali che racconteranno i principali eventi storici e la società di quel lasso temporale.

Le auto rimarranno in posizione statica dalle ore 18.00 alle ore 21.00. Ogni auto esposta sarà scelta tra le vetture dei soci del Museo e della Scuderia, puntando ai modelli d’eccellenza e di uso comune per l’epoca così da permettere un vero viaggio nel tempo per chi le osserva. Le auto presenti saranno almeno un centinaio.

Dalle ore 21.30 partirà la sfilata delle automobili commentata da uno speaker che magistralmente narrerà ogni blocco di auto e non ogni singola auto.

Ogni pilota sarà vestito a tema con la sua automobile così da aggiungere anche il fattore costume e moda che da sempre caratterizza la Città di Carpi.

CONCORSO FOTOGRAFICO

L’evento sarà oggetto anche di un concorso fotografico rivolto a fotografi amatoriali in onore di Giovanni “Gianni” Zagni, ex Presidente del Museo e Presidente onorario della Scuderia, deceduto l’anno passato e principale fautore della rinascita dagli anni ’80 del Museo dell’Automobile, oltre che illustre collezionista e anima contemporanea del Museo. In palio 1.000 euro al primo classificato, 600 al secondo e 400 al terzo, oltre al premio Gianni Zagni, riservato agli under 30.

Le fotografie oggetto del concorso per fotografi non professionisti saranno protagoniste di una mostra che si articolerà  tra il Museo dell’Automobile di San Martino in Rio e la Rocca di San Martino durante il circuito di Fotografia Europea 2023.

Il Museo dell’Automobile di San Martino in Rio è la più antica istituzione museale privata sul territorio italiano. La collezione, nata nel 1965 nel piccolo comune di San Martino in Rio per volontà dell’imprenditore bolognese Domenico Gentili, custodì più di 100 automobili tra i modelli più celebri dagli inizi del XX° secolo agli anni ’60. Tra questi va annoverata la favolosa Auto Avio Costruzioni 815 ovvero sia la prima auto costruita da Enzo Ferrari, appena uscito dall’Alfa Romeo e prima di fondare la sua ben nota casa automobilistica omonima.

Le auto della collezione Gentili furono oggetto di film significativi della storia del cinema permettendo a tutti gli amici e collaboratori di prendervi parte come autisti e collaborare con registi quali Bertolucci e Pasolini o con la RAI. Ben presto l’eco e la fama del Museo raggiunsero l’oltralpe divenendo meta di appassionati, cultori e commercianti. Dopo la morte di Gentili, fu il gruppo di appassionati e amici attorno alla collezione a salvarne alcuni pezzi sperando di ricostituire in forme nuove la collezione. Nuovi amici e appassionati si aggiunsero con le loro auto e così nacque il Museo dell’Automobile srl, unico caso italiano in cui proprietario non è un singolo collezionista ma più collezionisti tra loro soci.

La Scuderia San Martino è il club sportivo, per così dire, nato per far muovere le auto del museo, oggi è club iscritto ad ASI (Automotoclub Storico Italiano) ed è il più numeroso della regione con quasi 1.100 associati, soprattutto delle province di Modena e Reggio Emilia. Compito del club è la certificazione di storicità e autenticità dei mezzi che ci vengono sottoposti, promuovere ed incentivare la cultura del motorismo storico, sviluppare un turismo motoristico sul proprio territorio organizzando eventi e manifestazioni. Il Museo ha ricevuto dalla regione ER la certificazione Museo di qualità ed è stato oggetto di vari documentari televisivi oltre che partner di produzioni televisive e cinematografiche prodotte dalla RAI. Museo e Scuderia sono inseriti nel circuito della Motor Valley dove sono parte attiva, mentre il Comune di San Martino in Rio in virtù della presenza del Museo è membro dell’Associazione Città dei Motori. Ben due componenti del Consiglio direttivo della Scuderia  (Presidente e Vicepresidente) sono commissari nazionali per ASI.

VIDEO RIASSUNTIVO

domanda di partecipazione al concorso

Bando di concorso